Sul Palazzo dello Sviluppo Economico un’installazione notturna progettata per spazi pubblici secondo il principio scientifico di decomposizione del movimento (cronofotografia) e di fisica cinetica. Si ha l’impressione che una serie di personaggi si arrampichino e si muovano, in postazioni precise, sul palazzo dello Sviluppo Economico.

Un ponte fra fisica, cinema, scultura e musica. È un’installazione che, in continuità con gli scorsi anni, è realizzata con strutture autoportanti che si appoggiano alla facciata del palazzo. Per due/tre volte nell’arco del pomeriggio del 1°, il Groupe Laps muove la sua installazione al ritmo dell’esibizione di 100 chitarre elettriche che occupano le finestre del Palazzo dello Sviluppo Economico e che suonano, diretti dal PMCE, una riscrittura de La mer di Debussy.

Una collaborazione fra gli artisti francesi di Groupe Laps e Fondazione Musica per Roma.


A cura di Fondazione Musica per Roma

 

GROUPE LAPS
Installazioni
Groupe LAPS è un collettivo artistico che riunisce insieme artisti, designers, video makers e sound designers. Hanno sede a Montreuil e fanno tournèe in tutto il mondo. Mettendo insieme hardware, competenze artistiche e tecniche, il collettivo sviluppa progetti artistici – installazioni di luci cinematografiche e dispositivi multimediali. Le creazioni del Groupe LAPS navigano tra realtà e finzione. Le loro installazioni sono elementi narrativi che giocano con la percezione della realtà e dello spazio temporale.