Le immagini delle onde oceaniche scattate dal rinomato fotografo australiano Ray Collins, sono state trasformate dall’artista olandese Armand Dijcks in affascinanti cinemagrafie, video in slow motion che ricreano un movimento continuo, senza un inizio e una fine. Un’esperienza visiva ipnotica, che segna uno degli ingressi della Festa, quello dedicato alle acque, e che trasforma i suoi spettatori in esploratori alla Jules Verne, alla scoperta delle profondità marine.


A cura di Azienda Speciale Palaexpo

 

ARMAND DIJCKS
Artista
Le produzioni video dell’artista olandese Armand Dijcks coniugano le fotografie tradizionali, al movimento cinematografico, per ottenere un formato virtuale nuovo e ibrido. Unendo fotografia time lapse, scatti fotografici tradizionali e filmati, il suo lavoro gioca con gli elementi del tempo, per mostrare i soggetti raffigurati in modo innovativo e sorprendente. Il suo lavoro è stato presentato in tutto il mondo, all’interno di istituzioni museali di rilievo internazionale, adattandosi di volta in volta a vari formati, quali l’installazione, la TV, il cinema e la performance live.