Michele di Stefano, Leone d’Argento per la danza alla Biennale di Venezia, propone una creazione site specific per la Festa di Roma, il suo Bermudas_outdoor: un sistema coreografico pensato per un numero variabile di interpreti, intercambiabili tra loro. Un organismo di movimento basato su regole semplici e rigorose che producono un moto perpetuo, adottabile da ogni performer come condizione per esistere accanto agli altri e costruire un mondo ritmicamente condiviso. Il lavoro è stato ispirato dalle teorie del caos, dalla generazione d’insiemi complessi a partire da condizioni elementari, dai sistemi evolutivi della fisica e della meteorologia. L’obiettivo è realizzare un luogo carico di tensione relazionale, un campo energetico intenso (a cui il nome Bermudas ironicamente fa riferimento) attraversato da una spinta alla comunicazione immediata, necessaria per generare uno spazio accessibile a qualunque nuovo ingresso.


A cura di Teatro di Roma

 

MK
Danza
Mk si occupa di coreografia e performance e ruota intorno a un gruppo stabile di artisti costantemente in dialogo con altri performer e progettualità trasversali. Il gruppo è da subito invitato nei più importanti festival della nuova scena in Italia e all’estero. Tra le produzioni recenti: Veduta, un’indagine immersiva sul paesaggio urbano, Bermudas, lavoro sul moto perpetuo e il movimento puro, e Parete Nord.